Petizione sulla pubblicità sanitaria

Comunicazione FNOMCeO  "Petizione sulla pubblicità sanitaria"

 

 

Cari Colleghi,

in riferimento a quanto stabilito dal Consiglio Nazionale nell'ultima riunione del 17 febbraio 2017  Vi sollecito a sottoscrivere personalmente insieme ai vostri Consiglieri e a sottoporre ai Vostri iscritti, con le modalità che riterrete più opportune, l'allegata petizione predisposta dal Dott. Gilberto Triestino iscritto all'OMCeO di Roma per quanto concerne la pressante richiesta di riportare sotto il controllo degli Ordini la pubblicità dell'informazione sanitaria che, come è noto, attualmente,  presenta aspetti troppo spesso del tutto negativi per una vera tutela della salute pubblica.

Non si tratta di voler creare barriere corporative, si tratta come comprende qualsiasi persona di buonsenso di impedire il proliferare di forme di autentico mal costume che hanno il solo scopo di suggestionare l'opinione pubblica con evidenti pericolose ricadute per la salute pubblica.

Vi invio il link di riferimento per poter accedere alla petizione e contribuire alla sottoscrizione da parte del maggior numero possibile di professionisti e anche di semplici cittadini

https://www.change.org/p/presidente-della-repubblica-stop-pubblicit%C3%A0-medico-od-priva-parere-correttezza-ordine-medici-tutelare-salute

“Non stiamo difendendo gli interessi di una categoria . Vogliamo che i cittadini vengano curati con onestà e competenza e che gli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri controllino preventivamente la veridicità dei messaggi pubblicitari per iscritti e persone giuridiche”.

Così Gilberto Triestino, odontoiatra iscritto a entrambi gli albi dell’Ordine di Roma, ha motivato ieri la petizione da lui lanciata qualche giorno fa sulla piattaforma Change.org, volta a sottoporre al parere dell’Ordine tutti i messaggi pubblicitari in campo sanitario, anche quelli che partono da soggetti terzi, catene e società commerciali.

Indietro