PROTOCOLLO D´INTESA SUI FLUSSI INFORMATIVI DEGLI INFORTUNI E MAL. PROFESSIONALI SUL LAVORO

La Procura Generale presso la corte d'appello di Lecce, le Procure della Repubblica di Lecce, Brindisi e Taranto, le ASL di Lecce, Brindisi e Taranto, l'INAIL di Lecce, Brindisi e Taranto, le Direzioni Provinciali del Lavoro di Lecce, Brindisi e Taranto i Comandi dei Vigili del Fuoco di Lecce, Brindisi e Taranto hanno condiviso e sottoscritto un Protocollo d'intesa

relativo alla gestione delle notizie di reato aventi ad oggetto i reati di cui gli artt. 589 e 590 c.p.(notizie aventi ad oggetto lesioni gravi 0 gravissime 0 morte del lavoratore), commessi con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni suI lavoro e sull'igiene del lavoro.
Tale protocollo Si propone di definire procedure omogenee su tutto il territorio della Corte d´Appello di Leece, in particolare, si propone di definire le modalita di conduzione delle indagini, dell´affluenza delle informazioni, della gestione dei flussi informativi suI lavoro, della gestione dei flussi delle malattie professionali, al fine di assicurare una copertura omogenea su tutto il detto territorio.
Per quanto sopra si e stabilito che i flussi informativi avranno come unlCI destinatari i Servizi di Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro (SPESAL) presso le ASL, che cureranno una prima selezione delle notizie, secondo la gravita dell´infortunio e della malattia, seguendo direttive stabilite e specifiche.
Per quanto sopra si richiama la necessita che codesto Ordine dei Medici richiami l'attenzione in merito alla obbligatorieta da parte del personale medico di trasferire direttamente agli SPESAL il referto redatto in caso di lesioni derivanti da infortunio suI lavoro o di decesso, presumibilmente riferibile a causa lavorativa. In quest´ultimo caso il referto andra trasmesso anche alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Taranto.